Comunicati stampa

Presentazione della Magna Via Fancigena

Martedì 4 marzo 2017 ha preso vita il progetto “Magna Via Francigena” di cui Sutera fa parte, una conferenza stampa di presentazione presso la curia arcivescovile di Agrigento a cui sono intervenute le autorità civili ed ecclesiastiche del territorio interessato fra cui SS. EE. l’Arcivescovo Cardinale Francesco Montenegro

Un itinerario che solca l’entroterra, ripercorrendo le rotte dei pellegrini sulla “Magna Via Francigena”, la grande arteria di comunicazione che collega da sempre la Balarm araba alla rocca di Agrigentum, attraverso antiche vie storiche romane e paesaggi cangianti, incrociando la via di transumanza verso le Madonie nel territorio di Castronovo di Sicilia. Un percorso, destinato a camminatori e viandanti che comprende complessivamente otto tappe da 20-25 km ciascuna: in tutto 160 km tra sentieri trazzerali o strade provinciali poco trafficate, vie in terra battuta e acciottolato. La tappa che riguarda Sutera è la sesta ed è illustrata al link: www.magnaviafrancigena.it/tappa/f-me-platani-sutera/

Già da alcuni anni, numerosi studi scientifici si sono concentrati sulla viabilità antica in Sicilia ed hanno riportato in luce il complesso sistema viario che attraversava -e attraversa ancora- la Sicilia, percorrendone linee di costa e linee montane e toccando i più grandi insediamenti, indigeni, greci, romani e poi tardoantichi e altomedievali.

Le Vie Francigene di Sicilia sono un sistema di passi e sorrisi, di fatica e soddisfazione ed essere accolti è la cosa più importante per un camminatore alla fine di una giornata di marcia sotto il sole o bagnati di pioggia.

Il profano può trovare questi percorsi proibitivi e stupirsi davanti a coloro che li percorrono; ma il Pellegrino è mosso da un sentimento alto che va ben oltre i limiti fisici, difatti, non cammina solo con le proprie gambe, ma soprattutto col proprio cuore, dando forma al “cammino”.

Le amministrazioni dei comuni che ricadono nell’itinerario hanno lavorato sul territorio, per individuare strutture che potessero permettere di applicare la modularità dell’offerta per i pellegrini, un concetto semplice e pragmatico allo stesso tempo: “tutti devono poter camminare ed essere accolti secondo le possibilità che hanno”.

In questa direzione, il Comune di Sutera si è adoperato creando una rete di “Accoglienza” fra i vari operatori locali, sviluppando una sinergia fra ente pubblico e soggetti economici privati finalizzata alla cura e all’accompagnamento dei Viandanti alla scoperta del paese, dal loro arrivo sino alla ripartenza sulla tratta successiva.

Sino ad oggi il progetto si è concretizzato nella tracciatura del percorso in collaborazione con l’Associazione regionale Vie Francigene di Sicilia; nella creazione dell’App “Magna via Francigena” per smartphone e tablet, nella predisposizione di un portale internet dedicato, nell’istallazione di infopoint nel locale Ufficio Turistico e, a breve, con l’inizio dei lavori di collocazione della segnaletica verticale sul tracciato del territorio di competenza.

Ciò è avvenuto in collaborazione con gli altri 12 comuni della Magna Via Francigena coordinati da Castronovo di Sicilia comune capofila del progetto finanziato dalla Regione Siciliana.

Amministrazione Comunale

vie francigene