Avvisi

Avviso pubblico per l'erogazione di voucher.

Avviso pubblico per l'erogazione di voucher di servizio finalizzati all'abbattimento dei costi dei servizi domiciliari alla persona.

Prot.5977                                                      04/12/2012

 

AVVISO PUBBLICO PER L’EROGAZIONE DI VOUCHER DI SERVIZIO FINALIZZATI ALL’ABBATTIMENTO DEI COSTI

DEI SERVIZI DOMICILIARI ALLA PERSONA

Il presente Avviso prevede l'erogazione di un contributo – Voucher di Servizio – che si configura come sostegno alla partecipazione di donne e uomini ad azioni di politica del lavoro e di inserimento lavorativo in particolari momenti della vita, al fine di rendere compatibili i fabbisogni formativi e/o le esigenze lavorative con le responsabilità familiari nello specifico, il voucher di servizio è un contributo per l'abbattimento del costo del lavoro dei servizi familiari alla persona, che finanzia il rimborso dei contributi previdenziali ed assistenziali versati dalla famiglia (datore di lavoro) nell'arco dei 12 mesi successivi all'assunzione di una/o colf/badante/assistente familiare qualificata/o, iscritta/o in un registro/elenco regionale/provinciale/comunale di assistenti familiari e/o che abbia concluso percorsi di politica attiva per il lavoro attestati da agenzie di intermediazione, che abbiano aderito al Programma ASSAP.

Destinatari del voucher:

Sono soggetti in condizione di disagio e/o a rischio di esclusione; soggetti vittime di discriminazione nell'accesso all’occupazione e alla formazione, genitori con responsabilità di cura e assistenza, donne vittime di violenza con figli minori.

Si tratta, in particolare, di persone disoccupate/inoccupate o occupate, residenti in Sicilia, impegnate nella gestione di situazioni di cura nei confronti di parenti o affini, sino al terzo grado, che siano anziani non autosufficienti, disabili,  malati cronici non autosufficienti e/o malati terminali, figli minori di 12 anni compiuti.

Per potere beneficiare del voucher di servizio, è condizione indispensabile la stipula di un contratto di lavoro – a tempo indeterminato ovvero a tempo determinato per almeno 12 mesi – per un/a colf/badante/assistente familiare, anche in data antecedente alla pubblicazione del presente Avviso e purché la/il lavoratrice/ore abbia concluso un percorso di politica attiva per il lavoro attestato da agenzie di intermediazione aderenti al Programma ASSAP.

I destinatari, inoltre, devono avere un reddito familiare annuo non superiore ad € 30.000,00 calcolati sulla base dell'attestazione I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) mediante dichiarazione certificata dagli Uffici abilitati, in corso di validità all'atto della presentazione della richiesta di voucher.

L'importo dell'incentivo sarà variabile e commisurato al reddito come appresso specificato

Reddito I.S.E.E.:

- Fino a €. 25.000,00:                                   100% dei contributi previdenziali e assistenziali

- Da €. 25.001,00 a €. 30.000,00:        70% dei contributi previdenziali e assistenziali

 

I requisiti sopracitati devono essere posseduti entro la data di scadenza del presente avviso.

Ciascun destinatario potrà richiedere un solo voucher di servizio di importo medio di € 1.000,00 per la durata di un anno, da utilizzare entro e non oltre i 12 mesi dalla data di assunzione del/della colf/badante/assistente familiare.

L'ammontare del voucher sarà variabile in funzione del reddito I.S.E.E. dichiarato e  commisurato al numero di ore indicate nel contratto di lavoro del/la colf/badante/assistente familiare e corrisponderà all'importo dei contributi previdenziali ed assistenziali effettivamente versati dalla famiglia (datore di lavoro) per il/la lavoratore/trice nell'arco dei 12 mesi successivi alla data di assunzione.

Il voucher di servizio contribuirà all'abbattimento del costo sostenuto per l'assistenza familiare rivolta ad anziani  (dì età non inferiore ai 65 anni) non autosufficienti, soggetti disabili, malati cronici non autosufficienti e/o malati terminali, figli minori di 12 anni compiuti, resa da assistenti qualificate/i, iscritte/i in un registro/elenco regionale/provinciale/comunale di assistenti familiari e/o che abbiano concluso percorsi di politica attiva per il lavoro attestati da agenzie di intermediazione, aderenti al Programma ASSAP.

Le spese ammissibili riguardano le tipologie di servizi alla persona a titolo esemplificativo di seguito riportate:

1)  Assistenza e cura alla persona;

2)  Governo della casa e miglioramento delle condizioni abitative per il mantenimento della persona a domicilio;

3)  Aiuto per il soddisfacimento di esigenze individuali e per favorire l'autosufficienza nelle attività quotidiane ( aiuto igiene personale, preparazione e somministrazione di pasti, etc.);

4)  Disbrigo pratiche e collegamento con altri servizi;

5)  Promozione e mantenimento dei legami sociali e familiari;

6)  Sostegno socio-educativo a minori e disabili.

II voucher di servizio sarà erogato per un importo medio di € 1.000,00, per la durata di un anno, a fronte di spese di assistenza familiare per ogni minore di 12 anni compiuti, per ogni anziano non autosufficiente, per ogni soggetto disabile, per ogni malato non autosufficiente.

Per le assistenze effettuate nel medesimo domicilio, anche qualora il numero dei familiari assistiti, per ciascuna tipologia sia più di uno, sono riconosciute le spese di un/a solo/a assistente (esempio: una sola baby sitter per due o più figli minori di 12 anni compiuti, una sola badante per due genitori anziani non autosufficienti, etc.).

Modalità e termini di presentazione delle domande:

Le persone interessate dovranno presentare richiesta di assegnazione del voucher di servizio entro le ore 13,00 del 180° giorno dalla data di pubblicazione del presente Avviso nella G.U.R.S. del 19/10/2012 e, cioè, entro il 16 Aprile 2013.

Le domande, complete della documentazione sotto elencata, dovranno pervenire a mano o con raccomandata A/R, all'Ufficio dei Servizi Sociali del proprio Comune di residenza.

Farà fede il timbro dell'ufficio postale o dell'ufficio di protocollo del Comune.

Le domande pervenute oltre i termini di scadenza sopra indicati saranno considerate inammissibili e non verranno sottoposte a valutazione.

La domanda di assegnazione dei voucher di servizio, compilata sull'apposita modulistica reperibile presso gli Uffici di Servizi Sociali dei Comuni, i patronati e sul sito del Dipartimento Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali, dovrà essere corredata dalla documentazione prevista dalla documentazione sotto elencata.

Nell'ipotesi si faccia richiesta di un voucher per servizi di cura per anziani a carico non autosufficienti o con gravi problemi di salute certificati o per disabili a carico, dovranno essere allegati alla domanda i documenti che certificano la non autosufficienza, i gravi problemi di salute e/o la disabilità come appresso indicato.

Per i nuclei familiari composti da cittadini stranieri, il nucleo considerato al fine della richiesta di contributo, compresi i figli minori, deve essere, al momento della compilazione della domanda di contributo, in regola con le norme che disciplinano il soggiorno in Italia.

Nello specifico, dovrà essere prodotta la seguente documentazione:

a)  autocertificazione della residenza;

b) nel caso di cittadini stranieri, certificazione rilasciata dalle autorità competenti che attesti il permesso di soggiorno;

c)  autocertificazione attestante lo stato di famiglia, dal quale risulti che la persona accudita sia parente fino al 3° grado ( ai sensi degli articoli dal 74 al 78 del Codice civile );

d)  autocertificazione attestante l'impegno di cura nel caso di assistiti non autosufficienti, disabili o con gravi problemi di salute (tale autocertificazione verrà sostituita, all'atto dell'attribuzione del voucher dalla certificazione rilasciata dalla ASP o dagli enti competenti, pena la revoca del finanziamento);

e)  attestato dell'indicatore I.S.E.E. in corso di validità, rilasciato dagli Uffici abilitati;

f)  copia del contratto di lavoro dell'assistente familiare/badante/colf, stipulato in applicazione del C.C.N.L. di comparto, con regolare corresponsione delle spettanze retributive, previdenziali e assistenziali;

g)  copia della ricevuta del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali, relativa all'importo effettivamente versato in ragione delle ore lavorate nell'arco del trimestre trascorso;

h)  fotocopia del documento di riconoscimento del richiedente, ai sensi degli arti. 36 e 38 del D.P.R. n. 445/2000.

Ammissibilità delle domande e procedure di valutazione:

Le domande pervenute saranno ritenute valide e sottoposte a valutazione con le modalità previste dalla normativa, debitamente compilate sull'apposita modulistica, sottoscritte e corredate della documentazione richiesta, compresa la copia del documento di identità in corso di validità.

L'istruttoria e la valutazione delle domande di assegnazione dei voucher di servizio verrà effettuata dai Comuni con “procedura a sportello", secondo l'ordine cronologico di arrivo e fino ad esaurimento dei fondi disponibili.

Modalità di attribuzione e gestione del voucher di servizio:

Ai richiedenti, le cui domande sono state valutate positivamente e ammesse a finanziamento, verrà attribuito un voucher di servizio, il cui importo sarà variabile in funzione del reddito I.S.E.E. dichiarato commisurato al numero di ore indicate nel contratto di lavoro del/la colf/badante/assistente familiare e corrisponderà all'importo dei contributi previdenziali ed assistenziali effettivamente versati dalla famiglia (datore di lavoro) per il/la lavoratore/trice nell'arco dei 12 mesi successivi alla data di assunzione.

La liquidazione del voucher verrà effettuata dall'Amministrazione Comunale competente in due soluzioni (a 6 e 12 mesi) a mezzo bonifico bancario dopo l’accreditamento delle somme da parte della Regione.

I beneficiari sono tenuti a documentare all'Amministrazione Comunale competente le spese effettivamente sostenute, che devono corrispondere ai pagamenti eseguiti per l'assistenza familiare e devono essere comprovate dalla ricevuta dei versamenti previdenziali e assistenziali effettuati in favore dell'assistente familiare/badante/colf nel periodo di riferimento.

II soggetto beneficiario del voucher si impegna a comunicare all'Amministrazione Comunale competente qualunque variazione determini la modifica delle condizioni dichiarate all'atto della presentazione della domanda.

L’amministrazione Comunale competente si riserva di controllare periodicamente il permanere delle condizioni di ammissibilità.

Eventuali dichiarazioni mendaci comporteranno l'immediata decadenza dal beneficio e la restituzione da parte dell'interessato delle somme percepite.

Le domande giudicate ammissibili, ma non accolte per mancanza di fondi, saranno inserite con il medesimo criterio in un elenco di riserva: il beneficio, in questo caso, sarà eventualmente assegnato qualora residuino risorse in seguito ai conferimenti effettivamente erogati.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D. Lgs n. 196/2003:

I dati personali saranno trattati dall’Ufficio Servizi Sociali del Comune ai fini istruttori per l’inoltro delle richieste al competente Assessorato Regionale.

Il Responsabile dell’Area Amministrativa                       L’Assessore ai Servizi Sociali

 

         (Ins. Grizzanti Onofrio)                                          (Dott. Pardi Antonino Giuseppe)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COMUNE DI SUTERA

( Provincia di Caltanissetta )

UFFICIO AFFARI SOCIALI

Piazza Sant’Agata n. 37, C.F. 81000750851

Tel. 0934954300 – 0934954235 , Fax. 0934954769

e-mail   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

DOMANDA PER L'ASSEGNAZIONE DI VOUCHER DI  SERVIZIO FINALIZZATI ALL'ABBATTIMENTO DEI COSTI DEI SERVIZI DOMICILIARI ALLA PERSONA

Il/la sottoscritto/a __________________________________ nato/a a ____________________

Prov. ______ il ________________ - Codice Fiscale _________________________________ residente a _______________ Prov. _____ in Via ____________________________ n. _____

CHIEDE

l'assegnazione del voucher per l'abbattimento dei costi dei servizi domiciliari alla persona.

  A tale fine dichiara:

a) di essere in possesso di:

ð    cittadinanza italiana;

  oppure

ð    cittadinanza di uno stato membro dell'U.E.;

    oppure

ð    permesso dì soggiorno (per i soggetti extra-comunitari).

b) di essere residente nel territorio della Regione Siciliana da almeno un anno dalla data di      presentazione dell'istanza;

c) che l'I.S.E.E. del proprio nucleo familiare è pari a € ____________       ;

d) che il proprio nucleo familiare è composto di n°                       unità, compreso il dichiarante, di cui:

ð    n.____ figli minori fino a dodici anni compiuti;

ð    n.____ anziani (di età non inferiore ai 65 anni) non autosufficienti;

ð    n.____ disabili;

ð    n.____ malati cronici non autosufficienti e/o malati terminali.

e) che il proprio Stato Civile è:

ð    libero/a

ð    coniugato/a-convivente

ð    divorziato/a-separato/a

ð    vedovo/a

ð    capofamiglia di nucleo monoparentale.

f) di voler acquisire servizi domiciliari rientranti nelle tipologie di seguito indicate per:

ð    figli minori dì 12 anni compiuti

ð    anziani (di età non inferiore ai 65 anni) non autosufficienti

ð    disabili

ð    malati cronici non autosufficienti e/o terminali.

Chiede, inoltre, che il voucher di servizio venga erogato mediante bonifico bancario alle seguenti coordinate bancarie: c/c bancario n. __________________________________ - Intestato a ___________________________ IBAN: ____________________________________________

Agenzia di ___________________ Indirizzo __________________________________________

A tale scopo, allega la seguente documentazione:

ð    autocertificazione della residenza;

ð    nel caso di cittadini stranieri, certificazione, rilasciata dalle autorità competenti, che attesti il Permesso di Soggiorno;

ð    autocertificazione attestante lo stato di famiglia, dal quale risulti che la persona accudita sia parente fino al 3°grado (come da prospetto in nota, ai sensi degli artt. dal 74 al 78 del C.C.);

ð    autocertificazione attestante l'impegno di cura nel caso di assistiti non autosufficienti, disabili o con gravi problemi di salute (tale autocertificazione verrà sostituita, all'atto dell'attribuzione del voucher dalla certificazione rilasciata dalla ASP o dagli enti competenti, pena la revoca del finanziamento);

ð    attestato dell'indicatore I.S.E.E. in corso di validità, rilasciato dagli Uffici abilitati;

ð    copia del contratto di lavoro dell'assistente familiare/badante/colf, stipulato in applicazione del C.C.N.L. di comparto, con regolare corresponsione delle spettanze retributive, previdenziali e assistenziali;

ð    copia della ricevuta del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali, relativa all'importo effettivamente versato in ragione delle ore lavorate nell'arco del trimestre trascorso;

ð    fotocopia del documento di riconoscimento del richiedente, ai sensi degli artt. 36 e 38 del D.P.R. n. 445/2000.

Sutera, addì _________________

 

                                                                                                            Firma del/la richiedente

                                                                                            _________________________________